Osteopata Chinesiologo a Figline e Incisa Valdarno
Visita lo Studio
Figline Valdarno
Contattami
392 972 5232
Orari di apertura
Lun - Ven: 8:00 - 20:00
Attività fisica per pigri

Semplice attività fisica per pigri

Ecco a voi le mie dritte per trasformare i buoni propositi in obiettivi realistici e gli obiettivi realistici in traguardi raggiunti!

Ormai un secolo fa fui intervistato per una nota Compagnia assicurativa a proposito di questo argomento “sempre verde”: semplice attività fisica per pigri, esiste? Ve la riporto, così come era, e vi consiglio di dare uno sguardo anche ai miei ultimi video.

 

In sette stati dell’Unione Europea più della metà dei cittadini pratica uno sport con regolarità. E in Italia? Secondo uno studio dell’Istituto Superiore della Sanità, solo il 3% degli italiani può considerarsi un vero sportivo. Una percentuale davvero esigua. Quali sono le motivazioni? Ne parliamo con Matteo Balocco (Osteopata, Chinesiologo, Personal Trainer), pronto a fornirci anche una serie di consigli per mettere in moto il fisico più “arrugginito”.

Ci siamo abituati alle comodità, vero?

Vero: non siamo più capaci di muoverci a piedi. Basterebbe lasciare l’auto e usare i mezzi pubblici. Certo, chi abita fuori città è “più fortunato” perché usa la bicicletta per gli spostamenti, ad esempio. Ma non nascondiamoci dietro le distanze, non è una scusa salutare!

Qualche consiglio semplice?

Comincerei suggerendo di usare le occasioni della vita quotidiana, come accennavo prima, per abituarsi a muoversi di più. Chi va in ufficio in auto si siede alla scrivania per 8 ore, pranza al bar di fronte all’ufficio, riprende l’auto e la sera si siede sul divano. E’ questo meccanismo di eccessiva comodità che va cambiato, magari parcheggiando l’auto un chilometro prima dell’entrata dell’ufficio, che significa dover coprire questa distanza 2 volte al giorno.

Tempo di percorrenza di un chilometro?

La scusa è sempre quella della fretta, di non aver mai abbastanza tempo. Camminando di buon passo per percorrere 1 chilometro sono necessari 10 minuti, circa: 10 minuti di attività fisica due volte al giorno è poco ma è già un inizio! Il tempo si perde spesso facendo altro e dimenticando che quello dedicato a se stessi è tempo guadagnato in salute, benessere generale, serenità. Talvolta accade persino di impiegare più tempo per raggiungere una meta utilizzando l’auto rispetto al tempo necessario per raggiungerla a piedi. Il traffico, la ricerca del parcheggio… questo sì che è tempo perso. Oppure le scale di casa: non smetterò mai di ripeterlo, sembra banale, ma le scale sono un esercizio utilissimo che richiede solo una piccola ma preziosa manciata di minuti.

Cosa fare per vincere la pigrizia? Ci sono attività più piacevoli di altre?

Dipende molto da ciò che una singola persona considera “piacevole”: ai pigri in generale non piace far fatica. Il primo passo di un pigro è mettersi nell’ottica di fare attività motoria: più difficile prendere la decisione di abbandonare il divano, mettere le scarpe da ginnastica e fare quattro passi oppure una seduta in palestra rispetto all’allenamento vero e proprio. La scusa è quella di non vederne subito il beneficio, ma non esiste un modo perché sia immediatamente visibile. Bisogna “accontentarsi” – e non è poco! – della sensazione di benessere generale che si percepisce dopo un allenamento, se fatto non in modo eccessivo secondo le indicazioni di un trainer sportivo. Fare attività fisica mette di buon umore, lo dicono i medici di tutto il mondo ormai, perché il corpo produce endorfine e catecolamine. Fare sport è un vero anti-depressivo naturale!

Esistono attività motorie meno faticose? Insomma, esiste l’attività fisica per pigri?

Esistono (sorride), sono attività che appartengono più all’ambito olistico, che funzionano molto bene sia per il miglioramento del wellness, del benessere, della salute fisica ma anche dal punto di vista della riduzione dei livelli di stress, che sono legati ai livelli di cortisolo e di altri ormoni che aumentano i fattori di rischio per molte patologie. Se una persona pigra sceglie comunque un’attività di rilassamento due volte la settimana, anche mentale oltre che fisico, come Yoga, meditazione, Pilates – tutte le discipline orientali si avvicinano molto a questa unione corpo/mente – non può che trarne grande beneficio. Bastano anche soli 20 minuti al giorno di training autogeno a casa, dopo aver imparato le tecniche corrette da un professionista naturalmente, per sentirsi molto meglio. Quindi sì, l’attività fisica per pigri esiste!

E gli sportivi della domenica?

Meglio la domenica che mai (sorride). Ciò che è controproducente è sottoporre il fisico una volta la settimana allo stesso allenamento intenso praticato anni prima quando ci si allenava 3 volte la settimana. Il rischio è incorrere in problematiche muscolari, articolari, perché si richiede una prestazione che magari si riesce anche a portare a termine ma che il corpo non è più abituato a sostenere. Via il telecomando? Nascondetelo! Sarà un’ottima scusa per alzarsi dal divano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivimi su Whatsapp
Posso aiutarti?
Ciao ,
come posso aiutarti ?