Osteopata Chinesiologo a Figline e Incisa Valdarno
Visita lo Studio
Figline Valdarno
Contattami
392 972 5232
Orari di apertura
Lun - Ven: 8:00 - 20:00
Stitichezza

Stitichezza. L’osteopatia offre una soluzione

Stitichezza o stipsi cronica, un disturbo che colpisce dal 5% al 10% della popolazione adulta, in particolare femminile. Tra gli anziani la percentuale sale al 20 per cento e il fenomeno è in crescita anche tra i bambini.

L’osteopatia può offrire una soluzione a un disturbo che genera molto disagio.

Indice degli argomenti:

  1. Stitichezza. Di cosa si tratta?
  2. Come interviene l’osteopata in caso di stitichezza
  3. L’osteopatia offre una soluzione definitiva?
  4. Gli step del trattamento osteopatico per risolvere la stitichezza

Di cosa si tratta?

Stitichezza

La stitichezza consiste in una difficile e infrequente evacuazione ed è da considerarsi cronica quando le difficoltà permangono per oltre 6 mesi, con meno di tre evacuazioni a settimana. Può essere causata da moltissimi fattori.
In alcuni casi è correlata a malattie o situazioni patologiche (malattie a carattere neurodegenerativo, diabete, ipotiroidismo). Talvolta è generata da fattori fisici e meccanici come emorroidi o ragadi anali, cicatrici e aderenze post-operatorie, blocchi articolari del bacino o della colonna vertebrale, disfunzione del pavimento pelvico. La stipsi può anche dipendere da un’alterazione della motilità intestinale, che vede il colon limitatamente o eccessivamente stimolato: si tratta di stipsi causata da colon pigro quando questo si contrae meno del necessario, determinando un rallentamento del transito intestinale; si parla invece di stipsi da iper-motilità del colon quando le sue contrazioni sono troppo frequenti e disordinate, quindi inefficaci.

Molto spesso, tuttavia, la causa è da cercare in fattori più semplici e generali, riconducibili allo stile di vita. Tra le prime cause troviamo una dieta povera di fibre, una scarsa idratazione, l’eccessiva sedentarietà, lo stress, l’alterazione delle abitudini e l’assunzione di alcune categorie di farmaci.

Come interviene l’osteopata in caso di stitichezza

Una valida soluzione alla stitichezza può essere offerta dall’osteopatia che, grazie all’approccio olistico che caratterizza la disciplina, tende a ripristinare il naturale equilibrio dell’organismo senza utilizzare farmaci. L’osteopata si interessa, infatti, sia degli aspetti fisici che di quelli legati allo stile di vita e all’alimentazione. Indispensabile sarà anche la collaborazione con un dietista o un nutrizionista. Il trattamento osteopatico è esclusivamente esterno e manuale e può offrire giovamento contro la stipsi di bambini, adulti ed anziani.

Gli step del trattamento osteopatico per risolvere la stitichezza

Il primo passaggio è ovviamente l’anamnesi, che permette all’osteopata di capire le origini della stipsi. Successivamente l’osteopata lavorerà manualmente sull’addome per ripristinare il movimento intestinale e la mobilità del diaframma. Il trattamento può interessare anche il bacino, che è la sede del colon, e le vertebre lombari, collegate neurologicamente ai visceri. Se si rileva un coinvolgimento del sistema cranio-sacrale, il trattamento coinvolgerà anche il cranio.

L’osteopatia offre una soluzione definitiva?

La risoluzione del problema dipende dalla sua origine. Tendenzialmente 2 o 3 trattamenti, uniti a piccole variazioni dello stile di vita, sono sufficienti per risolvere o migliorare la stipsi cronica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivimi su Whatsapp
Posso aiutarti?
Ciao ,
come posso aiutarti ?